grecia-roghi.jpeg

Grecia: contributo del Santo Padre alle popolazioni colpite dai roghi

grecia-roghi.jpeg

Papa Francesco ha fatto sentire la sua “spirituale vicinanza” alla Grecia: tramite il Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano integrale il Santo Padre ha disposto di inviare un primo contributo di 50.000€ a sostegno delle popolazioni che, ancora nell’agosto scorso, hanno riportato gravi perdite per i roghi divampati sull’isola di Evia, nella penisola dell’Attica e nella Regione del Peloponneso, distruggendo oltre 100.000 ettari di terreno, campi e raccolti. Tale somma sarà destinata alle attività promosse sul territorio da Caritas Hellas.

Quanto accaduto in Grecia ha provocato oltre 70 vittime, danni importanti con tre città coinvolte, otto villaggi isolati, turisti e residenti costretti all’evacuazione.

L’arcivescovo di Atene, monsignor Sebastianos Rossolatos, aveva parlato allora di “un vero inferno, una carneficina”, puntando il dito anche nelle azioni indiscriminate dell’uomo e il mancato rispetto del Creato.

I contributi inviati vogliono esprimere il sentimento di spirituale vicinanza e paterno incoraggiamento da parte di Papa Francesco nei confronti delle persone e dei territori colpiti. Essi accompagnano la preghiera e sono parte degli aiuti che si stanno attivando in tutta la Chiesa Cattolica, che coinvolgono pure numerosi organismi di carità. 

POCO O MOLTO, NON IMPORTA.
DONARE È UNA GIOIA.