pozzo-moroto-uganda.jpeg

Uganda: un pozzo per i bambini di Moroto

pozzo-moroto-uganda.jpeg

Papa Francesco ha donato 5.000 euro per la realizzazione di un pozzo ad Apeitolim, nella diocesi di Moroto, in Uganda. La donazione di Papa Francesco ha colto tutti di sorpresa e il destinatario della donazione, Padre Marco Canovi, missionario comboniano da cinquanta anni a Karamoja, nel nord-est del Paese, ha espresso, a nome di tutta la comunità, il suo “grande grazie” al Pontefice per il suo costante pensiero per i poveri e per l'Africa.

L'Uganda attraversa attualmente una seconda ondata pandemica, che, secondo gli esperti, potrebbe raggiungere il picco tra la fine di luglio e l'inizio di agosto. Il ministero della Salute ugandese conferma finora 83.636 casi e 1.939 decessi. Il Paese africano sta facendo fronte alla seconda ondata pandemica, che ha spinto il Presidente Yoweri Kaguta Museveni a imporre nuove misure di confinamento all'inizio del mese, tanto da chiudere il Parlamento fino all’11 luglio dopo che i funzionari hanno registrato oltre cento contagi tra il personale. Ad oggi, meno del 2 per cento degli ugandesi ha ricevuto almeno una dose di vaccino anti-Covid.

“La costruzione del pozzo consentirà l’approvvigionamento idrico in loco e porrà fine alle lunghe traversate delle donne e dei piccoli di Amaler, Kalowakaner e Apeduru”, spiega Padre Marco. La prima fonte disponibile, infatti, dista ben cinque chilometri dall’insediamento e ogni giorno ci si sposta a piedi per rifornire i 35mila residenti.

Per saperne di più cliccare qui.

 

POCO O MOLTO, NON IMPORTA.
DONARE È UNA GIOIA.