filippine-belarus_1.png

Sostegno alle Filippine colpite dal tifone e ai migranti bloccati tra Polonia e Bielorussia

filippine-belarus_1.png

A seguito del tifone Rai che ha raggiunto con straordinaria veemenza le Filippine, colpendo, secondo fonti delle Nazioni Unite, circa 8 milioni di persone in 11 regioni, e causando ingenti danni materiali, Papa Francesco ha stabilito di inviare in questa fase di emergenza un primo contributo di 100 mila euro per il soccorso alle popolazioni, mediante il Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale. In collaborazione con la Nunziatura Apostolica nelle Filippine, tale somma verrà inviata alla Chiesa locale e destinata alle diocesi maggiormente toccate dalla calamità per essere impiegata in opere di assistenza. Essa vuol essere un’immediata espressione del sentimento di spirituale vicinanza e paterno incoraggiamento del Santo Padre nei confronti delle persone e dei territori colpiti. Questo contributo, che accompagna la preghiera a sostegno dell’amata popolazione filippina, fa parte degli aiuti che si stanno attivando in tutta la Chiesa cattolica e che coinvolgono, oltre a varie Conferenze episcopali, numerosi organismi di carità.

Sempre attraverso il Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, il Santo Padre ha deciso di inviare un contributo di 100 mila euro in favore dei gruppi di migranti bloccati tra Polonia e Bielorussia, in aiuto a Caritas Polska per affrontare l’emergenza migratoria al confine fra i due paesi, dovuta alla situazione di conflitto che si protrae ormai da oltre 10 anni. 

Per maggiori informazioni cliccare qui

 

filippine-belarus_2-PV.jpg
Migranti bloccati nella neve al confine tra Polonia e Bielorussia

POCO O MOLTO, NON IMPORTA.
DONARE È UNA GIOIA.